sabato 13 ottobre 2007

Rochers de Servia

Valle Roya

Il secondo corso di avvicinamento al cicloescursionismo del CAI di Savona è la "scusa" per dedicare un intero weekend all'amata val Roya. Malgrado innumerevoli gite giornaliere fatte negli ultimi tempi era dal lontano '99 che col gruppone non si pernottava in valle.
La scelta delle gite da affrontare ricade su due classicissime. Il primo giorno affrontiamo il percorso più facile visto che prima delle 11 non riusciamo a mettere piede sui pedali.
Partenza da Tende (791 m) in una giornata da favola, sembra di essere ad Agosto....
Subito ci aspetta la parte più "brutta" della gita ovvero i circa 4 km di asfalto in discesa che separano Tenda da St.Dalmas (696 m). Entrati in paese passiamo sotto il ponte della ferrovia che superiamo di qualche decina di metri per svoltare a sinistra. Una breve discesa ci conduce al ponte sul fiume Roya che attraversiamo e da li seguiamo la balise n°40(dx) per Briga. Un breve tratto asfaltato in salita ci porta ad incrociare il "Sentier Valléen" (balise n°41) che percorriamo sempre direzione briga (sx). Dopo alcuni tratti esposti saliamo alcuni tornanti un pò sconnessi a volte con bici al fianco. Il sentiero compie un lungo idilliaco traverso e in breve siamo a Briga (762 m.) nella piazza principale. Da qui su asfalto risaliamo a Morignole (balise n°294) dove proseguamo su una larga e bella sterrata direzione Baisse d'Ugail (1392 m) dove facciamo sosta pranzo. La salita è praticamente finita, ci aspetta un lungo tratto con brevi saliscendi che conduce alla balise n°310 e da qui un breve sentiero ripido in discesa che conduce velocemente al panoramico "Rochers de Servia". Un bel panorama sul caratteristico Castel Tournou spinge una parte del gruppo ad allungare il giro per andarlo a visitare (circa 300 m di dislivello e 7 km in più da aggiungere al giro).Malgrado la carenza di luci frontali (assolutamente d'obbligo) la visita si rivela un successone. Torniamo sui nostri passi e iniziamo la discesa da Rochers de Servia su un sentiero che a parte un brevissimo tratto iniziale un pò esposto e roccioso non risulta essere mai tecnico ma assolutamente divertente e piuttosto veloce e scorrevole. Infatti in breve ci troviamo sulla sterrata di fondovalle del vallone du Refrei attraversiamo un ponticello e da qui su asfalto dopo un paio di km siamo al punto di partenza nella piazza di Tende. Una bella birra al bar sport del nostro amico e consulente ciclistico JeanMarc e un ultimo giro in bici per i caruggi del ripidissimo paesino concludono la giornata pedalatoria.......
Per scaricare la traccia GPS (in formato GPX) e vedere la mappa del percorso clicca su:
Dati del giro

Anello Tende - St. Dalmas de Tende - Sentier Valléen - Briga - Morignole - Baisse d'Ugail - Rochers de Servia - Vallon du Refrei - Tende

Presenze: Bobo - Gianni - Paolo - Ilaria - Panna - Saverio - Emanuele - Alberto - Mario - Paolo2 - Silvio

Quota di partenza: 791 m (Tende)

Quota Max: 1392 m (Baisse d'Ugail)

Disl.: 850 m

Ciclabilità salita: 100%

Ciclabilità discesa: 100%

Difficoltà: MC/BC

Sviluppo: 29 km circa
Bo

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Bellissimo tutto, la salita, i panorami, la visita al Castel Tournou. Ho fatto poi la discesa su Grange de la Pia....spettacolosa!!!!

Grazie

Ale Modolo

bagnis elio ha detto...

26-07-09 Proprio belle sia la salita che la discesa ma la giornata era troppo calda e l'acqua poca . un po di difficolta a metà discesa verso il vallone di rifrei causa frana ma gestibile per noi (siamo passati con le bici x mano)cme nei stretti tornantini . cmq tutto bello specialmente la birra fresca al bar di Tenda . Elio e Anna

I contenuti del sito sono di proprietà di cicloalpinismo.com e sono protetti dalla normativa vigente sui diritti d'autore. Ogni riproduzione parziale o totale dei testi, delle immagini e dei video è assolutamente vietata, salvo autorizzazione. E’ vietato, inoltre, l’uso dei file per fini commerciali e comunque per fini diversi dall’uso personale. Ogni abuso sarà perseguito ai sensi della normativa vigente.
Gli autori non garantiscono l'esattezza e l'esaustività dei testi (itinerari, tracciati, tracce GPS ecc...) e non si assumono alcuna responsabilità su eventuali incidenti, inconvenienti o qualsivoglia infortunio che possa derivare dall'uso o dall'interpretazione delle informazioni divulgate sul sito. Le percentuali riguardanti la ciclabilità dei percorsi sono puramente indicative e assai soggettive ...