domenica 12 ottobre 2008

Baisse d'Ourne - Vievola

Val Roya

Gita sociale CAI, con ricca ed entusiasta compagnia, nella regina delle valli pedalabili, su una delle più spettacolari discese a memoria d'uomo!
... colori dell'autunno in val Roya ...

Dalla piazza della stazione di Tenda (820 m) entriamo nel paese antico percorrendo la vecchia strada lastricata che transita davanti al monumentale portale della chiesa. Usciamo così sull'inizio della classica strada militare che sale in direzione di Spegi e della Baisse d'Ourne (2040 m) col percorso già descritto in occasione della gita al Mont Agnelino.
Alla Baisse d'Ourne metà del gruppo in effetti opta per la panoramica vetta dell'Agnelino, che con la magnifica giornata di oggi e i primi fuochi d'artificio dei colori autunnali merita sicuramente la piccola fatica in più (dalla cima oggi si vede pure la Corsica!!!).
Inizia la discesa....

Rientrati alla Baisse con una breve ripetizione sulla strada di salita, ci buttiamo sul crestone in direzione NE (indicazioni: Vievola par Dente, balise 356) passando nel prato accanto a una casa colonica dove il sentiero è parecchio maltrattato. Presto ritroviamo dei tornanti completamente inerbiti e una traccia che segue la linea di cresta in un ampio prato. A questo punto compaiono i primi segnavia VTT e quando entriamo nel bosco la traccia diventa inequivocabile.
Sergix in un bel fuorisella
Si perdono i primi 300 m di quota su terreno molto impegnativo, con fondo smosso e pendenze notevoli che richiedono perfetta padronanza del mezzo, poi, man mano che si scende, il sentiero diventa sempre più piacevole e si snoda con una lunga serie di tornanti a tutto tondo alternati a lunghi, scorrevolissimi traversi. Questo tratto per l'ambiente naturale e il fondo in condizioni strepitose si può annoverare tra le più belle discese di tutte le Alpi.
Che spettacolo di sentiero....
Senza mai uscire dalla foresta arriviamo infine ad attraversare un rio dove le alluvioni hanno cancellato il sentiero (1150 m), ma la traccia si riprende con facilità anche perché ormai siamo in fondo...
Il verde smeraldo dei campi da golf ci annuncia che la festa è finita: il sentiero si allarga in una mulattiera e poi in una sterrata che in un attimo ci porta davanti alla piccola stazione di Vievola (990 m). Non ci resta che imboccare verso destra la Route Nationale (attenzione al tunnel sotto la ferrovia) e raggiungere la base con una veloce discesa su asfalto.

Per vedere altre foto clicca su:
Per scaricare la traccia GPS (in formato GPX) e vedere la mappa del percorso clicca su:

Dati del giro:

Anello Tende - Baise d'Ourne - (Mont Agnelino - Baisse d'Ourne) - Crête du Dente -Vievola

Presenze: Rino, Roberto (direttori gita), Bobo, Marco B., Grazia, Gigi, Leprotto, Emanuele, Floro, Carlo, Mario, Marco R., Saverio, Paolo, Gianni. Guest stars Alex, Sergix e Luca M.

Quota di partenza: 820 m (Tende)

Quota Max: 2040 m (Baisse d'Ourne) oppure 2201 m (Mont Agnelino)

Disl.: 1280 m (1580 m)

Ciclabilità salita: 100%

Ciclabilità discesa: 98%

Difficoltà: MC+/OC

Sviluppo: 26 km (32.5 km)
woof

2 commenti:

alex ha detto...

La Valle Roya e' veramente il paradiso della bici da montagna.
Se poi ci aggiungete un ingrediente speciale come i "butei" del CAI di SV, state pur certi che la giornata sara' da incorniciare.

Alex ha detto...

Galleria foto anche di questo bel giro.

I contenuti del sito sono di proprietà di cicloalpinismo.com e sono protetti dalla normativa vigente sui diritti d'autore. Ogni riproduzione parziale o totale dei testi, delle immagini e dei video è assolutamente vietata, salvo autorizzazione. E’ vietato, inoltre, l’uso dei file per fini commerciali e comunque per fini diversi dall’uso personale. Ogni abuso sarà perseguito ai sensi della normativa vigente.
Gli autori non garantiscono l'esattezza e l'esaustività dei testi (itinerari, tracciati, tracce GPS ecc...) e non si assumono alcuna responsabilità su eventuali incidenti, inconvenienti o qualsivoglia infortunio che possa derivare dall'uso o dall'interpretazione delle informazioni divulgate sul sito. Le percentuali riguardanti la ciclabilità dei percorsi sono puramente indicative e assai soggettive ...