domenica 28 luglio 2013

Tour du Grand Bérard (3046 m)

Valle Ubaye

Un'altra superclassica che ci mancava... un altro giro dai numeri modestissimi ma di enorme soddisfazione, in ambiente grandioso. I piedi su un altro 3000 oggi ce li abbiamo messi e abbiamo anche provato a portarci la bike, però non c'è stato niente da fare, la vetta è davvero off-limits ma il resto dell'itinerario sembra disegnato appositamente per le due ruote!
... Grand Bérard, gran bel tour ...


Torniamo nella nostra amata Ubaye per sfiorare il primo grande giro di questa zona, il mitico Parpaillon degli albori. La partenza è poco prima della stazioncina sciistica di Sainte-Anne-La Condamine, al bivio per la storica strada militare (Les Pras, 1693 m). Ci leviamo l'unico chilometrozzo di asfalto (che il gps in quanto strumento intelligente non registra!) e imbocchiamo lo sterratone in prossimità della cappelletta di Sainte-Anne (1752 m, fontana) 
Tranquilli nel bosco superiamo un ponticello (Pont du Bérard, 1840 m) dove scende il sentiero del ritorno e continuiamo fino ad affacciarci sull'immenso Vallon du Parpaillon.
... ultimi sforzi prima del passo ...
 Dopo un altro ponticello e una breve salita (2060 m) preso la Cabane du Grand Parpaillon lasciamo la militare, oggi purtroppo infestata di quad e mezzi da sbarco vari, e prendiamo a sinistra una carrareccia poco segnalata che corre parallela al rio. In corrispondenza di una grangia (Cabane du Petit Parpaillon, 2148 m, guado) la pendenza si fa gagliarda e alterniamo tratti pedalabili a lunghi spintage su immensi pratoni. Al bel pianoro di quota 2500, in vista del Col de la Pare, svoltiamo a sinistra per aggirare un costone e ci buttiamo su una dura pietraia dove il portage è di rigore e il sentiero non sempre evidente: con calma, alla spicciolata, raggiungiamo il picco cilabile di oggi, Pas du Reverdillon (2825 m), alla base della piramide del Grand Bérard: qualcono avvicina la bici ma se ci date retta godetevi la passeggiata fino alla cima...
i
... " il classico portage per il gusto del portage" ...
Per tracce e diversi tratti di rocce rotte si arriva alla panoramica cima (3046 m), da cui è evidente il sentierone che ci aspetta.
Tornati al passo montiamo in sella per una di quelle discese che a raccontarla non ci credi: tornanti, anzi curvoni disegnati col compasso, prima negli sfasciumi poi nel prato, ghiaino passato col rullo, praticello all'inglese... un campionario delle "non difficoltà" ciclistiche, sette chilometri puramente ludici che i più scarsi come i più esigenti scendono nella più pura goduria. Dopo la discesa della testata del Vallon du Bérard il sentiero compie un interminabile mezza costa, prima a dolci gobboni che sembrano tracciati per il freeride (...puro stile Cinghial...) in un'enorme frana, poi in un rado bosco. Ci chiediamo solo se un sentiero così si mantiene da solo o se ogni settimana una squadra di folletti va a togliere i sassi e rifilare l'erbetta ...
Alla fine si guada il torrente e si passa con una piccola salita in un bosco un po' più ripido, che con due o tre tornatini tecnici (gli unici di oggi!) riporta al Pont du Bérard sulla sterrata di partenza.
Andatelo a fare!!!
woof
... discesa splendida e veloce ... quasi troppo facile!
Per scaricare la traccia GPS (in formato GPX) e vedere la mappa del percorso clicca su:

Dati del giro:

Anello Sainte-Anne - Cabane du Grand Parpaillon - Pas du Reverdillon - Grand Bérard - Vallon du Bérard - Sainte-Anne

Presenze: Roberto, Bobo, Rino, Wild, ZioDodo, Cavalletta, Enri le Fou, Calca, Gian (The President), Valter, ModoloAle, Gepox,  il Matto di Cortemilia, Diego  Roberto,  Walter

Quota di partenza: 1693 m (les Pras)

Quota Max:  3046 m (Grand Bérard)


Disl.: 1400 m

Ciclabilità salita: 60%

Ciclabilità discesa: 100%

Difficoltà:  BC+/BC
                M3-T2-E1

 

Sviluppo: 26 km
  • Aggiornamenti - Varianti - Sentieri associati

  30 Giugno 2001 - Anello Puriac-Bonette-Parpaillon-Vars

29 Luglio 2011 - Col du Crachet e Tunnel du Parpaillon

2 commenti:

Phil'Ô ha detto...

Una super classica che manca sul mio elenco... Da correggere rapidamente !

Germano Dalmasso ha detto...

Fatta la discesa il 6/09/2013, però facendo il tour dei 4 colli:
tunnel parpaillon, col de Girabeau, Col des Orres,Col de la Pare e Pas de Reverdillon. Giro fantastico, sentieri bellissimi.

Germano

I contenuti del sito sono di proprietà di cicloalpinismo.com e sono protetti dalla normativa vigente sui diritti d'autore. Ogni riproduzione parziale o totale dei testi, delle immagini e dei video è assolutamente vietata, salvo autorizzazione. E’ vietato, inoltre, l’uso dei file per fini commerciali e comunque per fini diversi dall’uso personale. Ogni abuso sarà perseguito ai sensi della normativa vigente.
Gli autori non garantiscono l'esattezza e l'esaustività dei testi (itinerari, tracciati, tracce GPS ecc...) e non si assumono alcuna responsabilità su eventuali incidenti, inconvenienti o qualsivoglia infortunio che possa derivare dall'uso o dall'interpretazione delle informazioni divulgate sul sito. Le percentuali riguardanti la ciclabilità dei percorsi sono puramente indicative e assai soggettive ...