domenica 23 giugno 2019

Pointe Fine (2581 m)

Valle Ubaye

La Pointe Fine è una bellissima cima che domina il paese di Jausiers ... meta ambita dai cicloalpinisti d'oltralpe da un pò di anni era nella lista delle "cose da fare" per via della famosa discesa vertical che va a incrociare un tratto del Chemin Horizontal, un'opera sentieristica unica!!!
L'ascesa alla vetta prevede un giro ad anello con un portage limitato a circa 300 m su un dislivello totale di circa 1800 m immersi in ambienti da favola. Per la discesa ci sono due possibilità: la diretta su Jausiers o la traversata del Chemin Horizontal che autorevoli fonti francesi danno per franato da un pò di anni e quindi non praticabile ... visto che le cose impraticabili e andare a cercar grane è una delle cose che preferiamo, la scelta del Chemin è a dir poco scontata!

Flavio & Bobo
... Pointe Fine, per gli amanti del grande vuoto!

Il mio grande amore per le montagne Francesi e in particolare per la valle dell'Ubaye mi spinge frequentemente ad andare a curiosare quei luoghi: sottopongo a Bobo una lunga lista di itinerari dalla quale esce fuori la Pointe Fine, in cima ai desideri di entrambi da troppo tempo! Con questa scelta abbiamo la possibilità di unire all'ascesa alla vetta, anche un bel tratto di "Chemin Horizontal" ... 2 gite in una ... non si può chiedere di più!
... Vallon de Bachasse ...
Partenza di prima mattina direzione Francia, meta il paese di Jausiers (1200 m): parcheggiata l'auto, usciamo dall'abitato in direzione Condamine Chatelard e svoltiamo subito a sinistra (garage de Restefond) lungo una mulattiera che si trasforma subito in un bel sentiero (segnavia FFC) con un percorso parallelo alla statale D900 della valle dell'Ubaye; si acquista quota in direzione Pas de Gregoire, con un susseguirsi di single track veloci e divertenti fino a confluire sulla strada asfaltata che collega Villard-Bas a Villard-Haut. Il tratto in bitume è breve e ben presto ci ritroviamo su una piacevole pista forestale dal fondo ottimo; saliamo spediti fino a quota 1850 m dove tralasciamo a destra la strada per S. Anne la Condamine continuando la rotabile che si inerpica con maggiore pendenza fino a quota 2000 m circa dove termina in corrispondenza della Cabane de Bachasse.
... arrivo sulla dorsale della Pointe Fine ...
Risaliamo l'ampio Vallon de Bachasse costeggiando il rio e mantenendo la sinistra idrografica fino a circa metà vallone dove cambiamo lato: in questa fase alterniamo brevi tratti in "spintage" a lunghi tratti pedalati attraversando ampi pratoni privi di segnavia, dove la via risulta comunque sempre di facile intuizione; con la sagoma della Pointe Fine, a sinistra sopra le nostre teste, prendiamo a salire più decisi puntando lo spartiacque risalendo una facile pietraia e dopo circa 300 metri di semplice portage ci ritroviamo sulla dorsale. Da qui seguendo il crinale raggiungiamo la panoramica cima della Pointe Fine (2581 m) a picco su Jausiers.
... spettacolare Pointe Fine ... 
La vista dalla cima è davvero spettacolare, nonostante l'altezza non proibitiva si domina gran parte della valle dell'Ubaye dal Col de Larche fino a Meolan con tutte le vette più alte ben riconoscibili: Mortice, Pic della Font Sancte, Brec de Chambeyron, Cuguret & Siguret, La Bonette, Grand Seolane e tante altre ...
Potremmo stare ore a guardare attoniti il superbo panorama da questo balcone con una flotta di alianti scatenati che sembrano volerci fare barba e capelli passando rasenti alla vetta!
... Jausier, ci siamo sopra!
Ripartiamo ritornando per un breve tratto sui nostri passi e poi puntando la Cabane de Costebelle lungo un evidente sentiero, bello vertical! Poco prima della Cabane  a quota 2371m in corrispondenza di un colletto troviamo la balise, che indica "Cabane Refuge de Belmont par Chemin Horizontal" 2,5 km. Per chiudere l'anello senza complicazioni si potrebbe scendere sul sentiero che dalla Cabane de Costebelle porta diretti a Jausiers,  ma il sole ancora alto e la nostra morbosa curiosità ci spinge a buttare un occhio sul temutissimo "Chemin" e optare per il Refuge de Belmont.
... scendendo verso la Cabane de Costebelle ... 
Notizie dei cugini d'oltralpe parlano di tratto con esposizioni mortali, "inrulable" come dicono loro, e su vttour appare una scritta rossa un pò troppo datata che dice: "invalicabile causa frane!" Gasati ma allo stesso tempo titubanti ci avventuriamo sul "Chemin Horizontal" ripetendoci: “se ci ritroviamo appesi in parete mal che vada torniamo indietro". Avanziamo cauti su questa traccia che in realtà è una vera e propria opera faraonica! Un flebile sentiero che sembra ricavato dal nulla, letteralmente strappato alla parete, dove spesso si fatica a mettere 2 piedi affiancati, è caratterizzato da un'esposizione costante da rimanere senza fiato!
... Chemin Horizontal prima parte ... 
Un susseguirsi di emozioni si susseguono ogni qualvolta si sorpassa una forra, e poi lo scenario è superbo ad ogni passo ... 2 km orizzontali spaziali! Nella parte centrale non manca neppure un passaggio attrezzato con cavi d'acciaio dove occorre avere mani ben salde e un occhio attento perchè l'ingombro dei nostri mezzi spesso complica la progressione. Carichi di adrenalina arriviamo alla Cabane Refuge de Belmont (2210 m) dove possiamo rilassarci e fare rifornimento d’acqua: mancano 1000 m di dislivello tutti di discesa!  La discesa diparte poco sopra la Cabane, al primo incrocio si svolta a sinistra su sentiero facile, piacevole, mai impegnativo, che perde quota rapidamente con bellissimi e velocissimi tornanti disegnati magistralmente in mezzo a una foresta di larici.
... senza fiato!
A quota 1900 m svoltiamo sempre a sinistra e con un'altra serie di tornantini confluiamo su una pista forestale (quota 1500 m). Seguiamo la pista per qualche centinaia di metri verso sinistra fino a ritrovare un bel single track. Da questo punto sono diverse le opzioni di discesa che convergono tutte a Bourget, noi optiamo per la variante di destra, la più battuta; il sentiero infatti risulta lavorato e creato ad hoc, sui tornanti sono state ricavate sponde artificiali non esagerate ma tali da rendere la traccia assai giocosa e divertente. Il luna park termina poco prima di Bourget, dove non ci resta che immetterci sulla statale D900, direzione Jausiers, o a piacimento seguire la strada bianca “parallela” alla D900 che permette di evitare il bitume.
Arrivati a Jausiers innaffiamo di birra la nostra avventura contemplando la Pointe Fine che sopra le nostre teste ci sovrasta e festeggia insieme a noi.
Flavio
... Ubaye terra di grandi avventure ... 
Per scaricare la traccia GPS (in formato GPX) e vedere la mappa del percorso clicca su:


Dati del giro:

“Anello” Jausiers - Pas de Gregoire - Villard Haut - Cabane Bachasse - Pointe Fine - Cabane de Costebelle - Chemin Horizontal - Cabane Refuge Belmont - Le Bourget - Jausiers

Presenze: Bobo, Flavio

Quota di partenza: 1200 m (Jausiers)


Quota Max: 2581 m (Pointe Fine)

Dislivello: 1800 m

Ciclabilità salita: 80%

Ciclabilità discesa: 99%

Difficoltà: BC/OC
                 M3-T3-E4

Sviluppo: 30 km

Nessun commento:

I contenuti del sito sono di proprietà di cicloalpinismo.com e sono protetti dalla normativa vigente sui diritti d'autore. Ogni riproduzione parziale o totale dei testi, delle immagini e dei video è assolutamente vietata, salvo autorizzazione. E’ vietato, inoltre, l’uso dei file per fini commerciali e comunque per fini diversi dall’uso personale. Ogni abuso sarà perseguito ai sensi della normativa vigente.
Gli autori non garantiscono l'esattezza e l'esaustività dei testi (itinerari, tracciati, tracce GPS ecc...) e non si assumono alcuna responsabilità su eventuali incidenti, inconvenienti o qualsivoglia infortunio che possa derivare dall'uso o dall'interpretazione delle informazioni divulgate sul sito. Le percentuali riguardanti la ciclabilità dei percorsi sono puramente indicative e assai soggettive ...