martedì 18 dicembre 2007

Monte Boveri - Discesa sul Letimbro

Entroterra Savonese

Forse siamo stati i primi! Questo sentiero inedito collega, interamente su single track tecnico, la strada panoramica del Bosco delle Ninfe col fondovalle del Letimbro, senza mai uscire dal territorio di Savona.

Monte Boveri, l'imbocco del sentiero
La salita è ormai la solita: Savona, corso Ricci, Lavagnola, poi a destra, direzione Marmorassi. Seguendo la strada principale (due serie di tornanti) si arriva al bivio per Montepaggio che si imbocca sulla destra. Superiamo le classiche impervie rampe asfaltate fino alle ultime case, dove la pendenza si attuenua e l'asfalto termina (Montepaggio, 300 m).
Percorriamo 300 m fin quando la strada corre sul crinale (sella S di M. Boveri, 317 m): a sinistra guardiamo con attenzione il punto in cui stacca una traccia (sentiero 22A OSM), appena visibile tra la vegetazione, che corre parallela alla strada in direzione opposta (il sentiero è stato oggetto di una meritoria opera di ripristino nel febbraio 2016 in cui sono stati rimossi tutti gli impedimenti e gli alberi caduti rendendo la traccia scorrevolisima e divertente!)
Il sentiero diventa subito più evidente, il fondo ottimo e la pendenza aumenta, poi sui sassi affiorano vecchi segnavia dimenticati (triangolo rosso pieno). Si scende rapidamente in mezza costa con percorso molto divertente fino a un bosco ceduo dove il sentiero è seminascosto dagli alberi caduti, poi, dopo una strettoia tra le ginestre, si esce su un incrocio a T: prendiamo a sinistra e siamo subito su una evidente selletta (210 m). Proseguiamo verso sinistra su un bel sentiero nella lecceta, che dopo un tratto pianeggiante aggira un vallone ed esce dal bosco costeggiando fasce coltivate a olivo. In ambiente idilliaco attraversiamo la campagna e con una improvvisa rampa sassosa caliamo bruscamente sulla strada asfaltata in quel di Marmorassi (145 m).
Traversino bucolico a Marmorassi

A destra in pochi metri raggiungiamo lo slargo col capolinea delle corriere e prendiamo il sentiero cementato che scende sulla sinistra in mezzo alle case. Evitando tutte le entrate nelle varie proprietà, raggiungiamo una serie di fasce orizzontali dove il single track si snoda con andamento pianeggiante mantenedosi parallelo alla strada di fondovalle 50 metri sotto di noi.

A picco sul Letimbro...

Continuiamo così, superando un breve tratto franato, fino a una improvvisa discesa nel bosco sula sinistra: pochi metri tagliati nella roccia (attenzione!), un esposto tornantino in corrispondenza della ferrovia, e siamo infine sull'asfalto in prossimità di Riborgo. Non resta che rientrare a Savona per la provinciale del Santuario che imbocchiamo sulla sinistra.

Per scaricare la traccia GPS (in formato GPX) e vedere la mappa del percorso clicca su:
Dati del giro:

Anello Savona - Marmorassi - Monte Boveri - Marmorassi - Riborgo - Savona

Presenze: Bobo, Roberto

Quota di partenza: 5 m (Savona)

Quota Max: 317 m (Monte Boveri)

Disl.: 340 m

Ciclabilità salita: 100%

Ciclabilità discesa :99%

Difficoltà: MC/OC (salita/discesa)

Sviluppo: 12 km


Variante 1: alla selletta di quota 210 possiamo proseguire dritto con una piccola salita, aggirando a sinistra il bosco. Incontriamo subito uno stradone sterrato che scende rapidamente a Marmorassi e al capolinea delle corriere.
Variante 2: all'incrocio sopra la selletta possiamo prendere il sentiero di destra, molto invitante e che in effetti un tempo doveva costituire uno splendido traverso ciclabile in ambiente selvaggio, aggirando il vallone di rio Pizzuta e sbucando su una sterrata in prossimità di casa Boveri. Purtroppo le alluvioni degli ultimi anni hanno pesantemente danneggiato il sentiero rendendo obbligati diversi tratti a spinta. Da casa Boveri si segue senza problemi lo sterratone lungo il rio Pizzuta e poi facilmente si raggiunge il fondovalle in località San Bernardo (anche per questa variante da febbraio 2016 è perfettamente percorribile senza nessun impedimento)
Variante 3: per rendere più completa la gita si può proseguire sulla sterrata dopo Montepaggio, raggiungere via Ranco e continuare in salita (destra) verso Savona. Raggiunta la quota massima (404 m, ripetitori) si continua in falsopiano per 600 m trovando una sterrata sulla destra che supera subito il crinale (selletta N di Monte Cucco) e ritorna, con percorso piuttosto sconnesso (evitare le deviazioni che sono tutte piste forestali), alla strada di Montepaggio, 250 m a monte del bivio per il sentiero di discesa. Ovviamente la selletta di Monte Cucco è raggiungibile da Savona seguendo interamente via Loreto e via Ranco.
Variante 4: una bella variante di discesa alternativa al sentiero descritto e quella che si stacca 250 metri più avanti dell'attacco del sentiero 22A, proprio in corrispondenza della confluenza con la Variante 3 ... il sentiero in oggetto è contrassegnato sulle mappe OSM come 22B (clicca) ed è pulito e scorrevole come il sentiero gemello e confluisce anch'esso sul traverso Case Boveri/Nubricco.
woof

Nessun commento:

I contenuti del sito sono di proprietà di cicloalpinismo.com e sono protetti dalla normativa vigente sui diritti d'autore. Ogni riproduzione parziale o totale dei testi, delle immagini e dei video è assolutamente vietata, salvo autorizzazione. E’ vietato, inoltre, l’uso dei file per fini commerciali e comunque per fini diversi dall’uso personale. Ogni abuso sarà perseguito ai sensi della normativa vigente.
Gli autori non garantiscono l'esattezza e l'esaustività dei testi (itinerari, tracciati, tracce GPS ecc...) e non si assumono alcuna responsabilità su eventuali incidenti, inconvenienti o qualsivoglia infortunio che possa derivare dall'uso o dall'interpretazione delle informazioni divulgate sul sito. Le percentuali riguardanti la ciclabilità dei percorsi sono puramente indicative e assai soggettive ...