giovedì 12 marzo 2009

La Pierre Pointue (anello di Sospel 9)

Val Bevera

L'ultima valle della Liguria, per la massima parte in territorio francese, è come la vicina val Roia un paradiso della mtb. Prima ricognizione su uno dei tantissimi splendidi giri della zona, torneremo presto!
Uno sguardo verso nord

Per questo assaggio scegliamo il collaudato, panoramicissimo itinerario 9 dei circuiti VTT-FFC locali, noto anche come Circuit des Maquisards. Da Sospel (raggiungibile da Ventimiglia, inizio val Roia, Olivetta San Michele) lasciamo le auto alla stazione e prendiamo subito per il col de Castillon. Al primo tornante una strada forestale (indicazioni GR52, Baisse de Scuvion, balise n. 106) svolta a sinistra e sale con un primo strappetto asfaltato, poi più tranquilla su ottimo fondo in terra battuta, in un bel bosco misto.
Risalita molto tranquilla su fondo perfetto
Con qualche tornante e lunghi traversi prendiamo regolarmente quota fino al bel pianoro di Plan German (1009 m) dove teniamo la destra (a sinistra breve deviazione per fonte) seguendo la via principale. A un colletto senza nome ci affacciamo su una folgorante vista della Costa Azzurra mentre alle nostre spalle le Marittime innevate creano uno sfondo favoloso. Oggi fa ancora fresco e diversi tratti di strada sono coperti di neve dura, perfettamente ciclabile!
Un'ultima rampa su neve, stavolta marcia, porta al termine della strada: Baisse de Scuvion, 1168 m, b.92. Di colpo passiamo nell'ambiente della macchia mediterranea, di fronte a noi la costa con Mentone e l'imprendibile rocca di S.te Agnés, un po' di foschia sul mare, niente Corsica!
La Costa Azzurra
Imbocchiamo ora il sentiero in lieve discesa che costeggia verso destra, contornando il Mont Razet, e con percorso decisamente tecnico a ruvidi saliscendi (trascurare il bivio a destra per il Col de Castillon) arriviamo allo spettacolare torrione della Pierre Pointue, accanto al quale sorge un fortino ridotto a ruderi. Si contorna la struttura verso sinistra e si imbocca un magnifico sentiero in discesa, scorrevole e divertente, che in un attimo tocca il Col de Roulabre (1094 m) e termina alla spianata dle Col du Razet (1032 m, b.90).
Dal colle è possibile tentare la salita al Grammondo ma alla rampa finale torniamo indietro per eccesso di neve.
La "fioca" non manca
Scendiamo dunque nel bosco, seguendo le indicazioni per Sospel, e percorriamo una bella discesa, impegnativa ma non esasperata, che alterna brevi tratti tecnici a divertenti traversoni immersi nella foresta. A una radura troviamo una bella fontana, poi affrontiamo l'ultimo tratto decisamente più difficile con grossi pietroni che richiedono guida attenta e bassa velocità. Alla b. 107 proseguiamo dritto e in breve (625 m) riprendiamo lo sterratone della salita, che in pochi minuti ci riporta alla base.

Per scaricare la traccia GPS (in formato GPX) e vedere la mappa del percorso clicca su:
Dati del giro:

Anello Sospel - Baisse de Scuvion - Pierre Pointue - Col du Razet - Sospel

Presenze: Bobo, Roberto, Carlo, Gabriele, Vincenzo, Moreno

Quota di partenza: 352 m (Sospel)

Quota Max: 1168 m (Baisse de Scuvion)

Disl.: 950 m

Ciclabilità salita: 100%

Ciclabilità discesa: 99%

Difficoltà: MC/OC

Sviluppo: 23 km
woof

Nessun commento:

I contenuti del sito sono di proprietà di cicloalpinismo.com e sono protetti dalla normativa vigente sui diritti d'autore. Ogni riproduzione parziale o totale dei testi, delle immagini e dei video è assolutamente vietata, salvo autorizzazione. E’ vietato, inoltre, l’uso dei file per fini commerciali e comunque per fini diversi dall’uso personale. Ogni abuso sarà perseguito ai sensi della normativa vigente.
Gli autori non garantiscono l'esattezza e l'esaustività dei testi (itinerari, tracciati, tracce GPS ecc...) e non si assumono alcuna responsabilità su eventuali incidenti, inconvenienti o qualsivoglia infortunio che possa derivare dall'uso o dall'interpretazione delle informazioni divulgate sul sito. Le percentuali riguardanti la ciclabilità dei percorsi sono puramente indicative e assai soggettive ...