martedì 27 giugno 2017

Monte Matanna (1317 m) & Monte Nona (1297 m)

Alpi Apuane

Dopo l’ultima entusiasmante uscita sulle Apuane, appurato che la parte meridionale di questa catena montuosa sembrerebbe più percorribile in sella ad una bici delle zone più scavate da cave e miniere, decido di tentare la risalita di due cime, il Monte Matanna e il Monte Nona, senza avere un’idea precisa del percorso ma lasciandolo all’improvvisazione e all’esplorazione ... rischioso, ma affascinante!
Marco M.
... dalla vetta del Nona, sullo sfondo il Mantanna ... 

domenica 25 giugno 2017

Fauniera, Viridio e la "Curnis Auta"

Valle Stura di Demonte

Il programma odierno dopo un avvicinamento in territorio conosciuto prevede di proseguire lungo le tracce della "Curnis Auta" (in piemontese Alta Cresta), una panoramicissima traccia che passa lungo la dorsale tra il Vallone dell'Arma e la val Grana: obbiettivo dichiarato è quello di verificare la ciclabilità di alcune cime sul versante Arma inserendo il tutto in un estetico percorso ad anello che a quanto sembra non è mai stato fatto in sella a una bike ... o perlomeno nessuno ne ha mai lasciato traccia scritta!
Bobo
... un anello di ampio respiro a cavallo di Stura e Grana ... 

sabato 24 giugno 2017

Monte Jurin (2192 m) - Gias Vaccarile

Valle Pesio

La prima uscita annuale sopra i 2000 m Un singolare inverno ci ha regalato nevicate tardive che, seppur facendoci gioire se armati di sci o snowbord, ci obbliga alla pazienza del disgelo prima di affrontare gli itinerari in quota più impegnativi. Oggi ripercorriamo le orme di Bobo e Wild che con le loro ruote "grassoccie" hanno solcato la cima Jurin la settimana prima, panoramica vetta posta sullo spartiacque Pesio/Vermenagna, di altezza modesta ma posta in ambiente grandioso e traiettorie soleggiate. 
Marco M.
... la vetta dello Jurin nella spedizione di 10 giorni prima ... 

domenica 11 giugno 2017

Saline (2612 m) - Pian Ballaur (2604 m) - Serpentera (2358 m)

Valle Ellero

Ritorniamo in valle Ellero, la valle del "cicloalpinismo lunare" (vedi Giro delle Saline di alcuni anni fà): questa volta vi raccontiamo di un giro dallo sviluppo chilometrico ridicolo che nonostante ciò riesce ad inanellare ben 5 vette di questa che è una tra le valli meno conosciute dell'intero comprensorio Cuneese. Cima delle Saline, Pian Ballaur, Cima Sud, Centrale e Nord di Serpentera mantenendo sempre il filo di cresta che contorna la valle Ellero.
Un giro completo sotto tutti i punti di vista: discese, portage, ambiente ... ce n'è per tutti i gusti!
Bobo
... Cima Nord di Serpentera (2358 m) ...

mercoledì 31 maggio 2017

Anello del Monte Forato (1209 m)

Alpi Apuane 

... quando ti prendono quelle fissazioni che non riesci a toglierti dalla testa ... attraversare l'arco del Monte Forato inanellando un giro, inedito per le due ruote, dal suo versante più ripido e austero, quello della Versilia ...
Marco M.
... la caratteristica finestra panoramica del Monte Forato ...

venerdì 7 aprile 2017

Mont Glacier (3185 m)

Valle di Champocher

Il giro del Mont Glacier da tempo aleggiava come "riserva", infatti tra i tanti giri in Vallée consente un veloce accesso stradale e il dislivello tutto sommato contenuto (1600 m circa) lo rende adatto ad essere effettuato in giornata anche a chi come noi deve sorbirsi un discreto avvicinamento stradale per godere degli splendidi panorami Valdostani.
Andrea (Barolo71)
... un altro tremila da aggiungere alla collezione: Mont Glacier! 

giovedì 30 marzo 2017

Rifugio Bozano ... in bike ai piedi del Corno!


Valle Gesso

... qual'era quella discesa tutta tornanti che ancora mancava alla collezione? ... Esatto! ... proprio quella!... ed eccoci nel cuore della valle Gesso, forse nel luogo più rappresentativo delle intere Marittime (dove peraltro sono state scritte alcune delle pagine più importanti di alpinismo e scialpinismo di questa porzione di Alpi) che fino ad oggi avevamo trascurato per il semplice fatto che risulta praticamente impossibile riuscire a cucire un giro ad "anello", come tradizione ... troppe pareti invalicabili, troppa roccia! La possibilità di riuscire a scendere un sentiero in sella alle nostre bike partendo con il manubrio appoggiato alle pareti del mitico Corno Stella però ci stuzzica non poco, tenendo conto che con ogni probabilità siamo i primi a farlo e sopratutto perché si prospetta una discesa epica, di circa un migliaio di metri di dislivello su una traccia tutta zig-zag ...
Bobo


In bike ai piedi del Corno from Cicloalpinismo on Vimeo.

mercoledì 2 novembre 2016

"Calma e Gesso" ... Extrem Tour di Valle Miana con Harald!

Valle Gesso

A tempo record pubblichiamo il resoconto di una gita di quelle speciali, siamo troppo caldi e entusiasti per astenerci dalla tastiera dopo la bellissima avventura in compagnia del nostro mitico amico Harald Philipp … l’extraterrestre del cicloalpinismo, a suo primo contatto con la valle Gesso!
Andrea & Bobo
... semplicemente "Harald Philipp" ...

domenica 2 ottobre 2016

Monte Bussaia (2451 m)

Val Vermenagna

Il Monte Bussaia sarà ciclabile? ... per toglierci il dubbio non rimane che andare a tastare il terreno direttamente con le nostre "ruote", anche perchè è assai probabile che questa sia la prima volta che si registri un passaggio di mezzi a pedale sul crinale Orel/Bussaia!... è decisamente da troppo tempo che questa idea ci frulla sotto il casco e la recente gita al monte Sapè non ha fatto altro che alzare il livello di curiosità. Quel giorno abbiamo passato un bel pò di tempo a tentare di capire dove sarebbe stato possibile "inventare" una discesa visto e considerato che sentieri veri e propri, sul versante Sud/Est del Bussaia, non ne esistono ... in definitiva avete già capito, quella che il nostro "Zio Dodo" andrà a descrivere è essenzialmente un'altra bella avventura di puro "cicloalpinismo di esplorazione" catalogabile nella famosa serie "... quando il sentiero non esiste, bisogna inventarlo!"
Bobo 
... in prossimità della panoramicissima vetta del Bussaia ... 

lunedì 26 settembre 2016

Monte Sapè & Testas

Valle Gesso/Vermenagna

A un passo da Cuneo sotto l'imponente mole del monte Bussaia ci sono luoghi davvero poco conosciuti ma assolutamente spettacolari dal punto di vista paesaggistico, dove chi ha voglia di avventura ed esplorazione troverà pane per i sui denti ... circondati da paretoni, orridi e bei pinnacoli si naviga spesso e volentieri a vista seguendo le tracce di antichi sentieri abbandonati ... forse è anche questo che li rende così affascinanti e stai sicuro che se cerchi quiete e solitudine in questi posti non incontrerai anima viva ... 
Zio Dodo & Bobo
... ambienti selvatici sotto il Bussaia ... 
I contenuti del sito sono di proprietà di cicloalpinismo.com e sono protetti dalla normativa vigente sui diritti d'autore. Ogni riproduzione parziale o totale dei testi, delle immagini e dei video è assolutamente vietata, salvo autorizzazione. E’ vietato, inoltre, l’uso dei file per fini commerciali e comunque per fini diversi dall’uso personale. Ogni abuso sarà perseguito ai sensi della normativa vigente.
Gli autori non garantiscono l'esattezza e l'esaustività dei testi (itinerari, tracciati, tracce GPS ecc...) e non si assumono alcuna responsabilità su eventuali incidenti, inconvenienti o qualsivoglia infortunio che possa derivare dall'uso o dall'interpretazione delle informazioni divulgate sul sito. Le percentuali riguardanti la ciclabilità dei percorsi sono puramente indicative e assai soggettive ...